Ultimi argomenti
» Ciao Serpico
Mer Mag 22 2013, 02:25 Da zio 55

» ECCOMI QUA
Ven Nov 30 2012, 07:56 Da zio 55

» UN CARO SALUTO A TUTTI
Mer Nov 28 2012, 23:22 Da zio 55

» TESSERAMENTO
Mer Nov 21 2012, 14:39 Da cescomulti

» Raduno Bielle & Pappardelle 2012
Lun Ott 15 2012, 01:09 Da zio 55

» mi presento
Gio Giu 28 2012, 07:02 Da papa taoista

» salve a tutti
Dom Giu 17 2012, 10:18 Da zio 55

» vendo magliette e felpa ASS. AMFOP
Mer Giu 06 2012, 21:34 Da tuonoblu

» Ciao, ci sono anch'io!
Ven Mag 04 2012, 23:21 Da zio 55

Flusso RSS


Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 



Volantino per il 26 aprile

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Volantino per il 26 aprile

Messaggio  Michele Calò il Ven Apr 24 2009, 08:43

INCIDENTI PER STRADE DISASTRATE?
NO, GRAZIE!!!!!!!!!


IATT è l’Associazione Nazionale di Categoria per la diffusione delle tecnologie non invasive ed a basso impatto AMBIENTALE del suolo ovvero come fare lavori stradali come posa di cavi e/o condotte senza fare buche,lasciare toppe d’asfalto,bloccare il traffico e causare incidenti.
Specialmente per le DUE RUOTE!
Quanti incidenti con feriti gravi e morti accadono ogni anno per colpa del fondo stradale disastrato dalle migliaia di cantieri che rovinano la vita di pedoni e motociclisti nelle città e nei percorsi extraurbani?
Perché i Comuni, le Province, l’ANAS non impongono l’utilizzo di tecnologie a basso impatto ambientale che non rovinano il fondo stradale?
Perché l’attraversamento stradale per la posa di cavi e di tubi o condotte non può essere eseguito senza tagliare l’asfalto quando le nuove tecnologie possono fare passare SOTTO LA STRADA gli stessi servizi?
Perché la FMI, invitata a visitare due cantieri sperimentali a Roma in Via Teulada ed in Piazza Bainsizza con l’adozione di sistemi sicuri per la circolazione NON HA NEMMENO RISPOSTO?
Tramite i Motoclub e le Associazioni dei Motociclisti chiedete ai Comuni di usare tecnologie sicure per Voi ed i Cittadini: il 67% in meno di infortuni sul lavoro ed il 98% in meno di incidenti dovuti ai cantieri piccoli e “sottostrada” con le tecnologie a basso impatto ambientale non sono un argomento sufficiente?

Via Ruggero Fiore, 41 – 00136 Roma - Tel/Fax +39 0639721997 - [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] - e-mail: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]



QUESTO E' IL TESTO DEL VOLANTINO CHE FARO' CIRCOLARE DOMENICA 26 APRILE
ALLA MANIFESTAZIONE PER I GUARDRAIL (MANCA LA FOTO CHE NON RIESCO AD INSERIRE).
COME CONSIGLIERE DI IATT CON DELEGA AI RAPPORTI ISTITUZIONALI STO CERCAND DI COINVOLGERE I BIKERS IN UNA AZIONE COSTANTE VERSO LE PROPRIE AMMINISTRAZIONI COMUNALI AL FINE DI ATTIVARE UNA CRESCENTE RICHIESTA DI SICUREZZA ATTRAVERSO L'ADOZIONE DI TECNOLOGIE INNOVATIVE E NON INVASIVE CHE NON LASCINO UN FONDO STRADALE "LUNARE",NEL SENSO DEI CRATERI.

LAMPS A TUTTI.
MICHELE

Michele Calò

Numero di messaggi : 33
Data d'iscrizione : 15.03.09

Vedi il profilo dell'utente http://emmecalo@libero.it

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum